IL CROSSFIT E LE DONNE

IL CROSSFIT E LE DONNE

Sono un coach di Crossfit e penso che molti dei miei colleghi, leggendo il titolo di questo articolo, si siano già messi le mani nei capelli o alzato gli occhi al cielo per la disperazione.

Il sottotitolo, quasi scontato, potrebbe essere semplicemente il seguente: le donne e la loro paura di diventare grosse! Questo mi fa un abbastanza sorridere perché se da una parte questa è un’ossessione che riecheggia in quasi tutti i box dello stivale, dall’altra è sotto gli occhi di chiunque che l’affluenza delle donne è in costante e crescente aumento.

Detto questo una domanda sorge spontanea: da dove deriva tutta questa enorme ansia?!?

Non sono ancora dotato della sfera di cristallo, anche se mi sto attivando in tal senso; per cui posso solamente dirvi quello che ho elaborato nella mia testa, dopo essermi confrontato più volte con donne che praticano questo sport un po’ a tutti i livelli. In base alla mia esperienza, ritengo che questo allarmismo sia frutto di più concause, a volte combinate tra loro, altre indipendenti.

Ignoranza sportiva

Non scandalizzatevi per l’utilizzo della parola ignoranza, pensate al suo significato etimologico ossia ”mancata conoscenza”, in questo specifico caso nel mondo dello sport in generale. 

La cosa che mi lascia abbastanza basito è il fatto che moltissimi, sia uomini che donne, non hanno mai fatto sport se non da bambini e solamente in quanto indotti dai loro genitori a farlo. Non hanno mai provato quella sensazione terribile e al tempo stesso meravigliosa data dal senso della fatica e dello sforzo, non hanno mai provato a spingere il proprio corpo, non si sono mai avvicinati neanche lontanamente ai loro limiti fisici e mentali, non si sono mai soffermati ad ascoltare il loro corpo e a comunicare con lui.

Il nostro corpo va ascoltato, ci parla in continuazione ma non è sempre facile capirlo perché spesso nel farlo utilizza varie lingue, ci invia messaggi contrastanti e tutto questo crea in noi una grande confusione.

Bisogna imparare giorno dopo giorno, passo dopo passo, ad osservarlo con cura, ascoltarlo e non ignorarlo. Vi capiterà di amarlo ma anche di odiarlo perché sta facendo l’opposto di quello che vorreste.

Vi domanderete che cosa abbia a che fare tutto questo con l’argomento di questo articolo.

Le donne, nella maggior parte dei casi, temono che l’utilizzo di pesi e l’esecuzione di esercizi di rafforzamento muscolare possa modificare il loro corpo, lo possa mutare discostandolo dall’idea di femminilità che le ha sempre accompagnate. 

Le spaventa salire sulla bilancia e vedere una variazione del loro peso corporeo, non domandandosi quale sia il loro rapporto massa grassa/massa magra, si bloccano quando intravedono la linea dei muscoli sulle braccia, quando le loro spalle semplicemente si aprono mentre fino a poco tempo prima sono sempre state abituate a stare incurvate in avanti.

Non avendo avuto un passato sportivo o avendo praticato sport solo per brevi periodi, stanno scoprendo tardivamente come il corpo sia in grado di modificarsi in base agli stimoli che gli vengono dati. 

I cambiamenti possono avere un doppio effetto: stimolo e/o timore.   

 

Canali social

I canali social sono uno strumento tanto utile quanto estremamente pericoloso in quanto in grado di sfornare in continuazione post e video che possono essere mal interpretati da alcuni utenti.

Se provate a fare ricerca digitando la parola Crossfit, in un nano secondo vi usciranno una quantità infinita di video di persone che si allenano, che fanno massimali con pesi che solo all’idea fanno paura.

Molti protagonisti sono donne, hanno una fisicità importante, sono muscolose è innegabile, a volte hanno braccia e/o gambe più grosse di alcuni uomini. Vi assicuro che nessuna di loro è nata così, nessuna è entrata in box di Crossfit e nel giro di qualche mese è esplosa.

La stragrande maggioranza, sportive sin da piccole a livelli agonistici, hanno deciso di diventare atlete in questo sport, focalizzandosi sulle prestazioni e sui risultati tecnici ben consapevoli delle conseguenze fisiche, del mutamento del loro corpo. Questo non significa affatto che non si piacciano, che non stiano bene con loro stesse e con gli altri.

In qualsiasi disciplina sportiva, il raggiungimento di alti livelli comporta una modificazione corporea/muscolare; la sola differenza è che nel Crossfit questo è molto più evidente.

Quando vi allenate non pensate agli altri, pensate a quello che state facendo, a perché lo state facendo, al fatto che state rafforzando il vostro corpo e la vostra mente, al fatto che lo state facendo per voi stessi.

Scontro con la società  

Il mondo esterno è il nostro principale nemico, soprattutto quando andiamo controcorrente rispetto alla massa.

Siamo a livelli assurdi in cui se sei in giro e sei minimamente in forma, la gente ti guarda e bisbiglia sottovoce “quello/a è palestrato/a”. Le persone sono sempre in agguato, pronte a puntare il dito verso chiunque, per il solo gusto di criticare.

Sentirete donne, dal fisico imbarazzante, muovere commenti di disapprovazione verso altre donne e amiche solo perché queste sono in forma, hanno cioè cosce, glutei, braccia tonici, un addome piatto e una schiena definita. 

Siamo in una società in cui ai concorsi di bellezza si vedono ancora ragazze senza forme, con sederi molli e piatti, che probabilmente non hanno nemmeno la forza di alzare da sole una cassa d’acqua quando vanno a fare la spesa.

Donne, non abbiate paura di quello che il mondo esterno dice di voi, ascoltate il vostro corpo, appagate la mente e vedrete che i risultati vi renderanno orgogliose di voi stesse.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER PER SCARICARE IL TUO CROSSFIT DICTIONARY

Aiuto
POSSIAMO AIUTARTI?
msg-confirmed